OggiScienza

SPECIALE SETTEMBRE – I sismologi lo dicono da sempre e lo hanno ripetuto ancora più spesso da quando il processo alla Commissione Grandi Rischi ha catalizzato l’attenzione pubblica sul tema del rischio sismico: no, i terremoti non si possono prevedere. O meglio, non si possono prevedere in termini assoluti – non si può stabilire con certezza data e luogo del prossimo sisma – mentre quello che oggi gli scienziati possono fare è una stima della probabilità che in una certa area si verifichi un forte terremoto. Si chiamano previsioni probabilistiche e si possono fare considerando diversi intervalli temporali, dai decenni per le previsioni a lungo termine, fino alle stime settimanali o giornaliere per quelle a breve termine.

Proprio di queste ultime parla un articolo firmato da Warner Marzocchi, Annamaria Lombardi e Emanuele Casarotti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e pubblicato qualche settimana fa sulla rivista Seismological Letters

View original post 716 altre parole

Annunci

Un pensiero su “Scosse, probabilità e previsioni

  1. Molto interessante. Purtroppo simili articoli a tutt’oggi son pericolosi a causa degli ignoranti che vi leggono solo quello che vogliono leggerci, come capitato proprio nel caso dell’aquila. Qualcuno magari leggerà aumento delle probabilità e chiederà che rotolino teste per quel motivo ignorando la parte che parla di probabilità tuttavia minore dell’1% che capiti il terremoto…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...