OggiScienza

86898565_563dab2319_zRICERCA – E se un giorno tutte le bussole puntassero verso sud? Questo scenario, che a prima vista potrebbe sembrare surreale, è molto più concreto di quanto si possa pensare.

Gli strumenti utilizzati dai navigatori per orientarsi da più di 2000 anni, funzionano grazie al campo magnetico terrestre, un involucro invisibile che avvolge Terra. Alcuni materiali particolarmente sensibili alla forza magnetica, come gli ossidi di ferro dell’ago della bussola, si allineano con il campo, che come è noto, è diretto verso il Polo Nord.

La situazione, tuttavia, non è sempre stata così. Negli ultimi 166 milioni di anni sono avvenute più di 300 inversioni complete del campo, con una media di un’inversione ogni 300.000-1.000.000 di anni. E oggi si è scoperto che queste inversioni possono essere molto più rapide di quanto si credeva in passato.  Un team di scienziati italiani, statunitensi e francesi, guidato da Leonardo Sagnotti dell’Istituto Nazionale di…

View original post 444 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...